Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 11:56 | 105935 articoli pubblicati

Elle & Vire
Siad
Siad

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Un'occasione unica per degustare alcune etichette della Valle Isarco con André Senoner (miglior sommelier d'Italia nel 2022) e incontrare i produttori tra i vicoli di uno dei borghi più belli del nostro Paese

di Nicholas Reitano
 
28 maggio 2024 | 11:32

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Un'occasione unica per degustare alcune etichette della Valle Isarco con André Senoner (miglior sommelier d'Italia nel 2022) e incontrare i produttori tra i vicoli di uno dei borghi più belli del nostro Paese

di Nicholas Reitano
28 maggio 2024 | 11:32
 

Il borgo di Chiusa (Bz), porta d'accesso alle Dolomiti altoatesine, si è trasformato in un paradiso per gli amanti del vino bianco in occasione di Sabiona24, il festival dedicato alle produzioni vinicole a bacca bianca (e non solo) della Valle Isarco. L'evento, giunto alla sua nona edizione, ha offerto ai visitatori un'occasione unica per immergersi nella cultura enoica della regione e scoprire il fascino di un territorio unico.

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Sabiona24: un viaggio sensoriale tra i vini bianchi della Valle Isarco

La storia del vino e dei vitigni nella Valle Isarco

Ma prima di raccontarvi dell'esperienza e della selezione di alcune etichette, è obbligatorio fare una breve presentazione di quest'area dell'Alto Adige. A narrarla, André Senoner, eletto miglior sommelier d'Italia 2022 e originario della vicina Val Gardena. «La Valle Isarco, con i suoi 60-70 km di estensione che si snodano da Bolzano al confine con la Val Pusteria, fino agli anni '70 era una regione poco conosciuta per la sua produzione di vino, sia in Italia che nel resto del mondo. Il vero e proprio boom, infatti, è arrivato solamente negli anni '80 e '90, con un focus particolare sui vitigni a bacca bianca, che hanno soppiantato in parte la tradizionale produzione di bacca rossa, dominata dalla Schiava».

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

André Senoner, eletto miglior sommelier d'Italia 2022

«La Valle Isarco presenta una varietà di terreni che influenzano notevolmente la produzione vinicola: si passa dal porfido del sud ai quarzi, al calcare e all'argilla del nord» ha proseguito Senoner. Un territorio eterogeneo in grado di portare in botte numerose varietà (soprattutto tedesche e francesi) come il Muller Thurgau, il Gruner, il Veltliner, il Riesling, il Kerner, il Sylvaner, il Gewurztraminer e il Pinot grigio.

Sabiona24, le cantine presenti all'evento

La produzione del vino in Valle Isarco, ha poi ricordato Senoner, «è molto giovane: il clima, un tempo, era molto rigido, mentre oggi è in un certo senso favorito dal cambiamento climatico, che ha permesso alla regione di evolversi e di affermarsi come una delle zone promettenti per la produzione di vino di qualità» ha concluso Senoner, che poi ha guidato i giornalisti nel centro storico per scoprire le etichette delle 22 cantine presenti, quali:

  • Radoar
  • Rielinger
  • Rock
  • Spitalerhof
  • Strasserhof
  • Taschlerhof
  • Tauber
  • Thomas Dorfmann
  • Villscheiderhof
  • Wassererhof
  • Zohlhof
  • Abbazia di Novacella
  • Cantina Valle Isarco
  • Bessererhof
  • Burgerhof Messner
  • Daniel Sigmund
  • Ebner
  • Garlider
  • Griesserhof
  • Kofererhof
  • Kuenhof
  • Manni Nossin

Sabiona24, una selezione dei vini degustati

Tra i numerosi vini degustati, alcuni hanno particolarmente colpito per aromi ed eleganza. Nello specifico, ecco una selezione di quattro etichette:

Muller Thurgau 2023 (Strasserhof)

Il Muller Thurgau è un vitigno diffuso in tutto il mondo, che prende il nome dall'agronomo svizzero Hermann Muller, originario della Turgovia (Thurgau), da cui si ottengono vini bianchi aromatici e di pronta beva. Questo vino bianco della tenuta Strasserhof, prodotto nella zona tra Novacella e Varna, si presenta con un colore giallo paglierino tenue. Al naso, esprime un bouquet fresco e aromatico, caratterizzato da note di noce moscata, agrumi (limone, lime, pompelmo) e frutta bianca (pesca, mela). Al palato, è elegante e vivace, con una piacevole acidità che bilancia la gradazione alcolica moderata. La struttura è semplice e bevibile, con un finale persistente.

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Il Muller Thurgau 2023 della tenuta Strasserhof

Caratteristiche:

  • Uvaggio: Muller Thurgau
  • Zona di produzione: Valle Isarco
  • Vinificazione: affinamento in acciaio per il 70% e in botte grande di rovere per il 30%
  • Gradazione alcolica: 12% vol.
  • Temperatura di servizio: 10-12°C
  • Abbinamenti: antipasti, piatti vegetariani, pesce magro, crostacei, piatti piccanti

Sauvignon (Wasserhof)

Il Sauvignon è un vitigno molto antico che fu introdotto dalla Francia in Alto Adige alla fine dell'Ottocento, e da qualche anno la sua diffusione è in aumento. Il Sauvignon altoatesino sviluppa il suo profumo tipico con aromi di passiglora, uva spina, sambuco e ribes nero, dando vita sia a vini freschi e di pronta beva, sia a vini più strutturati e dal gusto più intenso. Questo bianco della tenuta Wasserhof è fresco e aromatico prodotto al 100% da uve Sauvignon Blanc coltivate in vigneti collinari esposti a ovest a 450 metri sul livello del mare nella Bassa Valle dell'Isarco, in Alto Adige Le uve vengono sottoposte a una spremitura soffice dopo una breve macerazione sulle bucce intere. La fermentazione avviene in parte in acciaio inox (70%) e in parte in botti di rovere tonneaux (30%). Il vino viene poi affinato sui lieviti fini e parzialmente sui lieviti primi. Il risultato è un vino dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso si apre con un bouquet elegante di fiori di sambuco, agrumi e uva spina. Al palato è fresco e minerale, con una buona struttura acida e un finale persistente.

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Il Sauvignon della tenuta Wasserhof

Caratteristiche:

  • Uvaggio: Sauvignon
  • Zona di produzione: Bassa Valle dell'Isarco
  • Vinificazione: affinamento in acciaio inox per il 70% e in botte di rovere tonneaux per il 30%
  • Gradazione alcolica: 13.80% vol.
  • Temperatura di servizio: 10-12°C
  • Abbinamenti: antipasti e spuntini, crostacei, piatti piccanti, piatti vegetariani, pesce magro

Chardonnay Riserva Fellis (Bessererhof)

Lo Chardonnay è una delle varietà di uva bianca più conosciuta ed è coltivata in molte regioni vinicole del mondo. Questo della tenuta Bessererhof è un vino bianco complesso e raffinato, che nasce da uve Chardonnay coltivate in un vigneto a 550 metri sul livello del mare, su un terreno ricco e con una maggiore esposizione solare (ciò conferisce al vino un carattere robusto e di razza). Spicca per il suo colore giallo paglierino brillante con riflessi verdognoli. Al naso, offre un bouquet complesso e invitante, con note di mela verde, pesca bianca, e un sottile tocco di vaniglia e rovere, frutto di una meticolosa maturazione in barrique. In bocca, la sua eleganza si fonde con la vivacità dei frutti temperata dall'effetto cremoso conferito dalla fermentazione e maturazione in legno. Il finale è lungo e persistente, con eco di frutta matura e un delicato retrogusto di mandorla tostata che invita a un altro sorso.

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Lo Chardonnay Riserva Fellis della tenuta Bessererhof

Caratteristiche:

  • Uvaggio: Chardonnay
  • Zona di produzione: Valle Isarco
  • Vinificazione: affinamento in botti di rovere da 500 litri
  • Gradazione alcolica: 14% vol.
  • Temperatura di servizio: 10-12 C°
  • Abbinamenti: aperitivi, primi piatti saporiti, delicati piatti di pesce, carne bianca

Kerner (Kofererhof)

Il Kerner è un vitigno ottenuto incrociando Schiava e Riesling e prende il niome dal poeta tedesco Justinus Kerner. Grazie alla sua resistenza al gelo si coltiva sopratuttto alle quote più alte della Valle Isarco. Da questa varietà si ottengono vini vigorosi e speziati, con un keggero sentore di noce moscata. Nel calice, questo vino della tenuta Kofererhof, si presenta di colore giallo paglierino luminoso e brillante. All'olfatto è intenso e ricco, con profumi di agrumi, frutta a polpa gialla, cenni di frutta tropicale e morbide sfumature speziate. Al palato ha un buon corpo, è ricco, con aromi intensi e maturi, ben bilanciati da una notevole freschezza e da una nitida vena sapida. Il finale è di buona lunghezza e persistenza.

Sabiona24, alla scoperta dei vini bianchi della Valle Isarco

Il Kerner della tenuta Kofererhof

Caratteristiche:

  • Uvaggio: Kerner
  • Zona di produzione: Alta Valle dell'Isarco
  • Vinificazione: affinamento in acciaio
  • Gradazione alcolica: 14% vol.
  • Temperatura di servizio: 10-12 C°
  • Abbinamenti: antipasti di pesce, torte salate, crostacei, pollame e carni bianche

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Tecnoinox
Icam Professionale
Elle & Vire
Siad

Tecnoinox
Icam Professionale

Elle & Vire
Longarone Fiere
Valverde