TuttoFood
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
lunedì 25 marzo 2019 | aggiornato alle 16:26 | 58134 articoli in archivio
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI

Un anno senza Gualtiero Marchesi
Il ricordo del Maestro

Primo Piano del 26 dicembre 2018 | 09:36


Si spegneva esattamente un anno fa Gualtiero Marchesi, all'età di 87 anni, a Milano. È stato per decenni punto di riferimento insostituibile per il mondo dell'enogastronomia italiana e guida per gusto e stile. Il suo vuoto non è stato e non potrà mai essere colmato. Neanche un mese dopo, a gennaio 2018, moriva Paul Bocuse.

Queste due date, 26 dicembre 2017 e 20 gennaio 2018, rispettivamente la scomparsa di Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, segnano un periodo, anche a distanza di un anno, molto triste per il mondo della Cucina.

Gualtiero Marchesi (Milano, 19 marzo 1930 - Milano, 26 dicembre 2017) viene oggi unanimamente considerato il fondatore della "nuova cucina italiana". Il cuoco italiano più noto al mondo ha contribuito alla crescita della nostra cucina, portandola ad essere tra le più importanti al mondo. Sua l'idea di non rimanere sempre chiuso in cucina, ma uscire da essa per raccontare la propria filosofia e il proprio stile.

Marchesi nasce in una famiglia di ristoratori in provincia di Pavia, si trasferisce nel dopoguerra in Svizzera perfezionando le sue doti di cuoco alla scuola alberghiera di Lucerna. Rientra in Italia e riparte per migliorarsi a Parigi. Nel '77 apre il primo ristorante a Milano e l'anno successivo riceve la stella. L'86 è una data fondamentale nella sua carriera e nella storia della Cucina italiana: il suo ristorante è il primo italiano ad essere insignito delle tre stelle Michelin.

Gualtiero Marchesi (Un anno senza Gualtiero Marchesi Ricordando il Maestro della cucina)
Gualtiero Marchesi

Il 28 dicembre 2017 presso la camera ardente allora allestita al Teatro Del Verme ha reso omaggio al cuoco anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala, insieme ad amici e colleghi dello chef. Il 29 dicembre mattina i funerali. La chiesa di Santa Maria del Suffragio era gremita, un cartello con la scritta "Adesso sei tra le vere stelle" e tanti volti noti della cucina: da Ezio Santin a Davide Oldani, Claudio Sadler e Iginio Massari, Pietro Leemann, Nadia Santini, Ernst Knam, Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Enrico Cerea, Sergio Mei, Enrico Derflingher, Philippe Léveillé, oltre a una nutrita schiera di cuochi membri della Fic (Federazione italiana cuochi), gli unici che hanno assistito alla funzione indossando la giacca bianca e la toque (Marchesi le portava sempre con orgoglio).

Di seguito tutti coloro che hanno lasciato l'anno scorso un loro commento a Italia a Tavola sul Maestro della Cucina italiana.

Gualtiero Marchesi Cucina italiana Maestro scomparsa funerale anniversario cucina Antonino Cannavacciuolo Rocco Pozzulo Andrea Berton Giuseppe Sala Carlo Cracco Ezio Santin Enrico Cerea cuoco chef


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548