Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 10:02 | 105929 articoli pubblicati

Elle & Vire
Siad
Elle & Vire

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

L'8ª edizione della “Settimana della cucina italiana nel mondo”, dal titolo “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”, protagonista fino al prossimo 19 novembre. Derflingher di Euro- Toques: «Grande occasione»

di Alessandro Creta
 
13 novembre 2023 | 18:20

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

L'8ª edizione della “Settimana della cucina italiana nel mondo”, dal titolo “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”, protagonista fino al prossimo 19 novembre. Derflingher di Euro- Toques: «Grande occasione»

di Alessandro Creta
13 novembre 2023 | 18:20
 

Sono partite oggi, e saranno protagoniste in giro per il globo fino al 19 novembre, le iniziative legate alla Settimana della Cucina Italiana nel mondo. Come ogni anno decine e decine di chef, membri delle più svariate associazioni (dalla Federazione Italiana Cuochi a Euro Toques, fino ad Ambasciatori del Gusto) si recano in diversi Paesi dall’America all’Asia, passando per l'Africa, per farsi promotori della tradizione gastronomica di casa nostra, proponendo piatti, ricette, presentando prodotti, contribuendo alla conoscenza e consapevolezza del cibo italiano in tutto il mondo.

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

Fino al 19 novembre nel mondo le iniziative dedicate alla Settimana della Cucina Italiana

Settimana della Cucina Italiana nel mondo, Tajani: «Non solo un evento culinario»

L’ottava edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo, dal titolo “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”, è stata presentata alla fine della scorsa settimana presso la Farnesina, alla presenza del ministro degli Esteri e vice Premier Antonio Tajani, che ha così parlato dell’evento diffuso a livello internazionale: «L’ottava edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo non è soltanto un evento culinario. Per noi l’alimentazione, la cucina e i prodotti della nostra agricoltura rappresentano un fiore all’occhiello».

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha presentato alla Farnesina la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

«Considero i nostri prodotti di qualità uno strumento fondamentale per la crescita economica, per la promozione del nostro modello non solo alimentare ma anche culturale. Ringrazio – ha proseguito Tajani – il Ministro Lollobrigida per essere qui oggi a dimostrazione che nel nostro Governo si lavora in sinergia».

Ha preso parte al momento di presentazione della manifestazione anche lo chef Alessandro Circiello, responsabile Media & Public Affair Federcuochi, che ha ricordato come: «...la Settimana della Cucina italiana nel mondo è un momento importante per la promozione all'estero di tutto il sistema Italia. Abbiamo messo a disposizione i cuochi che arrivano da tutto il Paese e quelli delle nostre delegazioni nel mondo, così da far conoscere i piatti e gli ingredienti della nostra migliore tradizione».

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

Lo chef Alessandro Circiello

Settimana della Cucina Italiana nel mondo, Derflingher: «Straordinario veicolo di promozione»

Come anticipato tra le associazioni i cui membri sono in giro per il mondo a promuovere le iniziative legate alla Settimana della Cucina Italiana nel mondo c’è anche Euro-Toques. A tal proposito, per parlare della manifestazione e della gastronomia di casa nostra in generale, abbiamo contattato il presidente Enrico Derflingher. Ecco cosa ci ha raccontato lo chef: «Sono stato a Bucarest la settimana scorsa, abbiamo fatto una cena bellissima con lo chef Radu Ionescu in uno dei migliori ristoranti della città in presenza dell’ambasciatore italiano in Romania Alfredo Durante Mangoni».

«Ora sono a Bangkok dove rimarrò per alcuni giorni, poi la prossima settimana andrò a Riyad e ci sono tanti altri dei nostri in giro per il mondo a promuovere e valorizzare la cucina italiana in più Paesi possibile. In questo ruolo di ambasciatore della cucina italiana nel mondo sono stato anche a Giacarta assieme al nostro associato di Euro Toques Claudio Rossi, per un bellissimo evento in presenza anche dell’Ambasciatore italiano, poi a Singapore sempre a promuovere la nostra cucina. Per l'occasione vorrei ringraziare anche dei nostri partner che ci hanno accompagnato durante queste iniziative, i vini Bava e Cocchi Spumanti, perchè l'Italia non è solo buon cibo ma anche buon vino».

Settimana della Cucina italiana nel mondo: «Grande voglia di prodotti italiani»

Da sinistra, Paolo Dionisi, ambasciatore d'Italia a Bangkok, Paola Guida, presidente ICE a Bangkok, e lo chef Derflinger

Si tratta del miglior momento, per considerazione e curiosità, della cucina italiana nel mondo? «Sicuramente è un momento molto positivo, molto importante per la nostra cucina. Un momento fondamentale perché dopo il Covid stiamo vivendo una fase di grande ripresa: la stagione turistica è stata positiva in Italia e sulla sua scia continuiamo a valorizzare, esportare, la nostra gastronomia a livello internazionale. Quindi c’è un grande rilancio, una grande voglia in giro per il mondo di cucina italiana. C’è voglia di assaporare i nostri prodotti anche dall’altra parte del pianeta».

«Di recente siamo stati anche a New York per rilanciare il progetto della candidatura Unesco della cucina italiana, con il ministro Lollobrigida, far parte di questo importante progetto è un onore e un privilegio. Stiamo vivendo un importantissimo avvenimento: dobbiamo cercare di unirci quanto più possibile per sostenere la candidatura e remare tutti nella stessa direzione».

Iniziative del genere possono rivelarsi anche un buon veicolo per combattere l’italian sounding? «Sicuramente questi 120 miliardi di italian fake in giro per il mondo rappresentano il nostro tallone d’Achille, qualcosa contro il quale abbiamo sempre combattuto. La Settimana della Cucina Italiana nel mondo mi auguro rappresenti una sorta di opera di sensibilizzazione, così come la candidatura a patrimonio Unesco e la certificazione dei veri ristoranti italiani all’estero».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Col Vetoraz
Prugne della California
Siggi
Martini Frozen
Siad

Col Vetoraz
Prugne della California
Siggi

Martini Frozen
Nomacorc Vinventions
Molino Dallagiovanna