Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 29 febbraio 2024  | aggiornato alle 09:59 | 103492 articoli pubblicati

Arriva il primo Riesling di montagna del Piemonte

Il piccolo Comune montano di Entracque e la Cantina Réva di Monforte d’Alba dell’imprenditore ceco Miroslav Lekes stanno lavorando al primo vigneto della Valle Gesso a oltre mille metri sul livello del mare

di Piera Genta
 
05 dicembre 2023 | 15:11

Arriva il primo Riesling di montagna del Piemonte

Il piccolo Comune montano di Entracque e la Cantina Réva di Monforte d’Alba dell’imprenditore ceco Miroslav Lekes stanno lavorando al primo vigneto della Valle Gesso a oltre mille metri sul livello del mare

di Piera Genta
05 dicembre 2023 | 15:11
 

Presentato al resort Réva di Monforte d’Alba il progetto del Riesling di Entracque (Cn), il primo vigneto della valle Gesso ad oltre mille metri sul livello del mare in località Tetti Violino. Il Riesling Renano il vitigno scelto, sicuramente una piccola produzione, si tratta di 6mila metri quadri, 2300 barbatelle, piantumate a luglio di quest’anno. Le prime bottiglie nel 2027, circa duemila.

Arriva il primo Riesling di montagna del Piemonte

In arrivo il primo Riesling del Piemonte

Che cosa è il progetto del Riesling di Entracque

Occorrerà qualche anno per lavorare alla prima vendemmia, ma nel frattempo le premesse sono incoraggianti. Il terreno è argilloso, perfetto per la coltivazione della vite, ed ha una colorazione rossastra, caratteristica che indica la presenza di ferro e sedimenti rocciosi da erosione, ideale per la coltivazione di Riesling. Inoltre, c’è il fattore temperatura (che in estate va dai 14°/16° ai 28°/30°), capace di fornire la giusta concentrazione di zuccheri in ogni acino e un notevole sviluppo degli aromi.

Arriva il primo Riesling di montagna del Piemonte

I vigneti di Entracque

Il progetto prevede un vino portavoce dei tempi odierni e delle sue mode: ecco perché, in collaborazione con l’agronomo Roberto Abbate e l’enologo Beppe Caviola di Réva, è in corso lo studio sull’affinamento di questo Riesling di Montagna che sarà affinato suddiviso in piccole botti e anfore. «Siamo fiduciosi sui risultati, ma lo siamo ancora di più per il grande potenziale di un progetto come questo - dice il sindaco di Entracque, Gian Pietro Pepino - Non solo stiamo dando una seconda occasione a terre ormai in disuso da anni, ma allo stesso tempo stiamo creando un nuovo potenziale prodotto tipico, una nuova proposta per i visitatori di Entracque e delle zone limitrofe e una nuova possibilità di lavoro per i giovani - ma anche meno giovani. In poche parole, stiamo creando per la nostra comunità un nuovo futuro, e questo lo dobbiamo a Réva e alla sua grande volontà di evoluzione e innovazione». Non a caso, visto che l’intera produzione sarà realizzata interamente nel territorio di Entracque, si stanno già coinvolgendo piccole realtà locali per fare sì che questo diventi un progetto capace di rappresentare l’intera comunità e, in prospettiva, un’alternativa per i territori montani.

La storia di Réva

La storia di Réva inizia nel 2012 quando l’imprenditore ceco, Miroslaw Lekes, decide di acquistare tre ettari di vigneti a Monforte. E l’inizio di un progetto, oggi gli ettari vitati sono 23 con un patrimonio di vigneti di valore assoluto come le MGA Ravera, Cannubi e Lazzarito. Réva è anche un elegante resort a San Sebastiano di Monforte d’Alba con 12 camere circondato da vigneti, noccioleti e bosco. All’interno il ristorante Fre supervisionato da Yannick Alléno.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Siad
Italmill
Roner
Horeca Expoforum

Siad
Italmill
Roner

Horeca Expoforum
Siggi