Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 giugno 2024  | aggiornato alle 00:14 | 105944 articoli pubblicati

Elle & Vire
Siad
Elle & Vire

Attenzione alle tossinfezioni alimentari: in Italia oltre 8mila casi all'anno

In Italia ogni anno si verificano oltre 8mila casi di tossinfezioni alimentari. Attenzione a buffet: scegliere cibi ben cotti, evitare pietanze con uova e maionese, diffidare di cibi con colore, odore o sapore strani

 
10 giugno 2024 | 07:30

Attenzione alle tossinfezioni alimentari: in Italia oltre 8mila casi all'anno

In Italia ogni anno si verificano oltre 8mila casi di tossinfezioni alimentari. Attenzione a buffet: scegliere cibi ben cotti, evitare pietanze con uova e maionese, diffidare di cibi con colore, odore o sapore strani

10 giugno 2024 | 07:30
 

Ogni anno in Italia si verificano oltre 8mila casi di tossinfezioni alimentari, con un pericolo in agguato in ogni piatto: la Salmonella. Questo batterio, infatti, è responsabile di ben 3.300 casi all'anno, rendendolo la causa principale di intossicazioni alimentari nel nostro Paese. Ma come possiamo difenderci da questo rischio?

Ecco alcuni consigli degli esperti per la prevenzione

Attenzione alle tossinfezioni alimentari: in Italia oltre 8mila casi all'anno

In Italia ogni anno si verificano oltre 8mila casi di tossinfezioni alimentari

Cosa sono le tossinfezioni alimentari

Le tossinfezioni alimentari sono malattie causate dall'ingestione di cibi contaminati da batteri, virus o parassiti. I sintomi più comuni includono diarrea, vomito, crampi addominali e febbre. In alcuni casi gravi, le tossinfezioni alimentari possono portare a complicazioni serie, come la disidratazione, il fallimento renale e persino la morte.

Quali sono i batteri che causano le tossinfezioni alimentari più comuni in Italia:

  • Salmonella: il batterio responsabile del maggior numero di casi di tossinfezioni alimentari in Italia. Si trova principalmente in carne, pollame, uova e latte crudi o poco cotti.
  • Campylobacter: un batterio che si trova spesso nella carne di pollo cruda o poco cotta, nel latte non pastorizzato e nell'acqua contaminata.
  • Escherichia coli: un batterio che si trova nell'intestino degli animali e può contaminare la carne, il pollame, le verdure e l'acqua. Alcune varietà di E. coli producono tossine che possono causare seri problemi di salute.

Come prevenire le tossinfezioni alimentari

Per prevenire le tossinfezioni alimentari:

  • Cuocere bene gli alimenti: La cottura a temperatura elevata uccide i batteri che causano le tossinfezioni alimentari. Assicurarsi che la carne, il pollame, le uova e i frutti di mare siano cotti a una temperatura interna sicura.
  • Evitare i cibi crudi: Alcuni alimenti, come la carne, il pollame, le uova e i frutti di mare, possono essere contaminati da batteri dannosi e non dovrebbero essere consumati crudi o poco cotti.
  • Lavare accuratamente le mani: Lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone, soprattutto prima di maneggiare gli alimenti e dopo aver usato il bagno.
  • Evitare la contaminazione incrociata: Evitare che i cibi crudi contaminino i cibi cotti. Usare taglieri e utensili separati per i cibi crudi e cotti e lavare accuratamente le superfici dopo aver preparato i cibi crudi.
  • Conservare correttamente gli alimenti: Conservare i cibi in frigorifero o congelatore a temperature adeguate. I cibi deperibili devono essere refrigerati entro due ore dalla cottura.
  • Non consumare cibi scaduti: Controllare sempre la data di scadenza degli alimenti prima di consumarli. Non consumare cibi scaduti o con confezioni danneggiate.

Tossinfezioni alimentari attenzione ai buffet e "all you can eat"

Attenzione poi a non dimenticarsi la sicurezza nel momento in cui le occasioni dell'estate dovessero farci trovare nel bel mezzo di un buffet imbandito per l'aperitivo o per un dopo-cena, o per il classico rinfresco in una cerimonia, oppure per una tavolata allestita in un locale all you can eat. Attenzione dunque a:

  • Scegliere cibi ben cotti: Evitare cibi crudi o poco cotti, come la carne, il pollame, le uova e i frutti di mare.
  • Prestare attenzione alle pietanze con uova e maionese: Assicurarsi che le pietanze con uova e maionese siano conservate a temperature adeguate.
  • Non consumare cibi con un colore, un odore o un sapore strano: Se un cibo ha un colore, un odore o un sapore strano, è meglio non consumarlo.
  • Lavarsi le mani frequentemente: Lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone, soprattutto prima di mangiare.

Seguendo questi consigli è possibile ridurre il rischio di contrarre una tossinfezione alimentare.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Brita
Martini Frozen
Molino Grassi
Torrevento
Siad

Brita
Martini Frozen
Molino Grassi

Torrevento
Italmill
Col Vetoraz