Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 11:45 | 105935 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Rational

Aglio orsino: quali proprietà ha, come raccoglierlo e conservarlo

L'aglio orsino è un vero e proprio toccasana per la salute e un ingrediente versatile in cucina. Tuttavia, è importante utilizzarlo con moderazione e attenzione a non confonderlo con altre piante velenose

 
24 maggio 2024 | 07:30

Aglio orsino: quali proprietà ha, come raccoglierlo e conservarlo

L'aglio orsino è un vero e proprio toccasana per la salute e un ingrediente versatile in cucina. Tuttavia, è importante utilizzarlo con moderazione e attenzione a non confonderlo con altre piante velenose

24 maggio 2024 | 07:30
 

Hai mai sentito parlare dell'aglio orsino? Noto anche come aglio selvatico o orsino maggiore, è una pianta erbacea spontanea che cresce nei boschi e nelle zone montane dell'Europa centrale e meridionale. Oltre al suo sapore caratteristico, simile all'aglio comune ma più delicato, l'aglio orsino vanta numerose proprietà benefiche. Scopiamole insieme.

Aglio orsino: quali proprietà ha, come raccoglierlo e conservarlo

L'aglio orsino, noto anche come aglio selvatico o orsino maggiore

Quali sono le proprietà dell'aglio orsino?

Come detto, l'aglio orsino ha diverse proprietà benefiche, tra cui è:

  • un antibiotico e antibatterico: combatte batteri, virus e funghi, risultando utile in caso di raffreddore, influenza e infezioni.
  • antivirale: aiuta a contrastare virus come l'influenza e l'herpes.
  • antimicotico: contrasta funghi e lieviti, utile in caso di micosi e candidosi.
  • depurativo: favorisce l'eliminazione delle tossine dal fegato e dai reni.
  • ipotensivo: aiuta a ridurre la pressione sanguigna.
  • fluidificante del sangue: previene la formazione di trombi e colesterolo cattivo.
  • un digestivo: stimola la digestione e aiuta in caso di stomaco pesante e flatulenza.
  • uno stimolante del sistema immunitario: rafforza le difese dell'organismo.

Come si utilizza l'aglio orsino in cucina?

L'aglio orsino può essere consumato fresco in diverse preparazioni:

  • tritato finemente: per condire primi piatti, risotti, frittate, bruschette e formaggi,
  • in salse: pesto, salsa verde, aioli,
  • sotto forma di pesto: da spalmare su pane, crostini o verdure,
  • in infusione: per preparare tisane depurative e digestive,
  • sotto aceto: come condimento per insalate e carni,
  • conservato sott'olio: per insaporire piatti e antipasti.

Come si raccoglie e si conserva l'aglio orsino?

L'aglio orsino si raccoglie in primavera. È importante raccogliere le foglie solo da piante adulte e in zone non inquinate. Una volta raccolto, l'aglio orsino può essere conservato in frigorifero per pochi giorni, oppure essiccato o sott'olio.

Aglio orsino: quali proprietà ha, come raccoglierlo e conservarlo

L‘aglio orsino è pianta erbacea spontanea che cresce nei boschi e nelle zone montane dell‘Europa centrale e meridionale

Ma attenzione: l'aglio orsino può essere confuso con altre piante velenose, come il mughetto o il colchico. È quindi importante raccogliere le foglie solo se si è certi di riconoscerle correttamente. In caso di dubbio, è meglio consultare un esperto.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Electrolux
Grana Padano
Elle & Vire
Siad

Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Electrolux
Grana Padano

Elle & Vire
Schar
Molino Colombo