Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 19 maggio 2024  | aggiornato alle 00:08 | 105271 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

tradizione

Stufato di pecora brigasca con carciofi di Perinaldo e patate quarantine

La ricetta creata dell'ex chef Edoardo Ferrera del ristorante Österia ö Magazín di Santa Margherita Ligure, presente sulla guida TavoleDoc Liguria

di Edoardo Ferrera
 
12 maggio 2024 | 10:30

Stufato di pecora brigasca con carciofi di Perinaldo e patate quarantine

La ricetta creata dell'ex chef Edoardo Ferrera del ristorante Österia ö Magazín di Santa Margherita Ligure, presente sulla guida TavoleDoc Liguria

di Edoardo Ferrera
12 maggio 2024 | 10:30
 

Stufato di pecora brigasca con carciofi di Perinaldo e patate quarantine

Stufato di pecora brigasca con carciofi di Perinaldo e patate quarantine

Stufato di pecora brigasca con carciofi di Perinaldo e patate quarantine.
L'ex chef Edoardo Ferrera del ristorante Österia ö Magazín di Santa Margherita Ligure (Ge), presenta questa ricetta tratta dalla guida TavoleDoc Liguria.

Ingredienti:

  • Sedano qb
  • Carote qb
  • Cipolle 2
  • Pepe nero in grani qb
  • Chiodi di garofano qb
  • Spolpo di coscia di pecora brigasca con osso femorale 1,3 kg
  • Olio evo qb
  • Sale qb
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Carciofi di Perinaldo 5
  • Limone qb
  • Patate quarantine 4
  • Pane di Triora qb
  • Aglio di Vessalico 1 spicchio

Preparazione

In una pentola capiente con sedano, carote, una cipolla, pepe e chiodi di garofano, immergere l’osso femorale ricavato dallo spolpo di coscia della pecora e portare a bollore. Cuocere per circa 90 minuti. Disporre quindi la pecora tagliata a bocconcini in una casseruola capiente (meglio se di terracotta) e far soffriggere con 4 cucchiai di olio. Salare, aggiungere la cipolla tritata restante e far rosolare per una decina di minuti.

Aggiungere il vino bianco, coprire e far cuocere fino a quando non evapora completamente.  Iniziare quindi ad aggiungere il brodo precedentemente ottenuto poco alla volta e lentamente, di modo da coprire la carne e farla cuocere al meglio.

Pulire i carciofi togliendo le foglie, le spine e la barba interna: partire eliminando la punta e poi sfogliando il carciofo, ossia scartando le foglie piu` esterne e dure, continuando fino a quelle piu` tenere. Una volta raggiunto il cuore, procedere col gambo e con la barba.

Una volta completata questa operazione, tagliare a spicchi e metterli in acqua e limone. Sbucciare con cura le patate e tagliarle a cubetti abbastanza grandi di modo che vengano cotte uniformemente. Scolare

i carciofi e metterli con la carne, per poi aggiungere le patate e continuare la cottura per 50/60 minuti, rigirando il tutto ogni tanto. Tagliare il pane, sfregarlo con uno spicchio d’aglio e irrorarlo con un filo di olio evo ligure. Disporre le fette su una piastra per farle tostare. Servire quindi il tutto ben caldo.

Segui il nostro canale Telegram con tutte le ricette dei grandi chef italiani.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Tinazzi
Molino Spadoni
Siggi
Festival Brodetto 2024

Tinazzi
Molino Spadoni
Siggi

Festival Brodetto 2024
Vini Alto Adige
Cosi Com'è