Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 24 febbraio 2024  | aggiornato alle 10:40 | 103373 articoli pubblicati

Olimpiadi di cucina, dopo il podio a Stoccarda, nuovo team nazionale per Singapore

La Nic ha conquistato l'Oro nell'Italian Taste, l'Argento nello Chef Table Italy e il bronzo nella Community Catering. A maggio le selezioni per i nuovi cuochi nella squadra che parteciperà al Global Chef

 
10 febbraio 2024 | 15:49

Olimpiadi di cucina, dopo il podio a Stoccarda, nuovo team nazionale per Singapore

La Nic ha conquistato l'Oro nell'Italian Taste, l'Argento nello Chef Table Italy e il bronzo nella Community Catering. A maggio le selezioni per i nuovi cuochi nella squadra che parteciperà al Global Chef

10 febbraio 2024 | 15:49
 

Oro nell’Italian Taste, Argento nello Chef Table Italy e il bronzo nella Community Catering (categoria nella quale la gareggiava per la prima volta): la Nazionale italiana cuochi (Nic) può ritenersi più che soddisfatta dei risultati ottenuti alle Olimpiadi di Cucina di Stoccarda. Ed è così per Rocco Cristiano Pozzulo, presidente nazionale della Federcuochi, anche se, ha dichiarato a Italia a Tavola, che quale altro oro se lo aspettava.

Olimpiadi di cucina, dopo il podio a Stoccarda, nuovo team nazionale per Singapore

Alle Olimpiadi della cucina l'Italia conquista oro, argento e bronzo

Pozzulo: Al lavoro per Singapore e per la nuova nazionale cuochi

«È andata bene – commenta Pozzulo - perché ogni volta che partecipiamo conquistiamo una medaglia d’oro. Certo che ci aspettavamo la seconda medaglia d’oro. Abbiamo preso il bronzo nella Community Catering, ma era la prima volta che partecipavamo e quindi non conoscevamo bene il concorso e c’è stato un piccolo ritardo nell’uscita dei piatti. Oltre all’oro vinto nella categoria Italian Taste eravamo carichi anche per lo Chef Table Italy ma anche lì qualcosa è andato storto per i giudici. Accettiamo, naturalmente, il verdetto. I ragazzi si sono impegnati e hanno fatto il possibile e siamo soddisfatti dell’oro conquistato. Come detto, ultimamente stiamo conquistando medaglie d'oro ogni volta che partecipiamo al concorso, cosa che prima non avveniva».

Soddisfazione, dunque, ma già lo sguardo al futuro: «La prossima gara è il Global Chefs Challenge di Singapore in tre categorie (cucina vegana, pasticceria e junior)».

Olimpiadi di cucina, dopo il podio a Stoccarda, nuovo team nazionale per Singapore

Rocco Cristiano Pozzulo, presidente nazionale della Federcuochi

Una nazionale che sarà tutta nuova, come racconta Pozzulo: «Termina il ciclo di questa nazionale, molti ragazzi rimarranno, tra cui il general manager Gianluca Tomasi, ma aspettiamo il consiglio nazionale poi faremo le selezioni a maggio e valuteremo chi vuole e chi ha le capacità per fare parte della squadra».

Tutte le medaglie della Nic all’Olimpiadi della cucina di Stoccarda

Tornando alle gare a Stoccarda, l'Oro All’Italian Taste è stato conquistato nel Ristorante delle Nazioni, che ha visto in gara ben 24 Paesi da tutto il mondo distribuiti nelle varie giornate delle Olimpiadi, con 8 squadre al giorno a contendersi la vittoria nella preparazione di un menu di tre portate per 110 ospiti, tra pubblico pagante e 5 giudici internazionali. A gareggiare nel box italiano, sfruttando al massimo le 6 ore di tempo a disposizione, sono stati: Francesco Cinquepalmi e Keoma Franceschi, impegnati nella preparazione dello starter; Marco Tomasi e Francesco Locorotondo, per la preparazione della main course; Giorgia Ceccato e Andrea Serale per il dessert. A gestire le comande dal ristorante e il servizio diretto, il coach Fabio Mancuso, con il supporto di Angelo Biscotti, Francesco Gotti e Antonio Dell’Oro. Assistente in cucina, Luigi D’Antonio.

Stesso schieramento anche per la Chef Table, che è valsa al team azzurro la medaglia d’argento, con temi floreali proposti sia nelle preparazioni sia nell’addobbo del tavolo e nella piece artistica di pasticceria, con la preziosa collaborazione del maestro pasticcere Antonio Capuano e della pastry chef Carmela Moffa. Le preparazioni, realizzate in 5 ore di tempo e dedicate a 12 ospiti complessivi inclusi i giudici, spaziavano dai condimenti per il pane, finger food, piatto festivo di pesce, starter vegano, main course di carne e infine dessert.

Ultima competizione - prima volta in gara per la squadra tricolore - la Community Catering, vero e proprio self service gourmet per 120 persone, con le varie squadre impegnate nel servizio, tra insalate, main course (vegana, carne o pesce) e dessert. A metà servizio, come da regolamento, preparato anche un Conference Lunch. In questa gara, a guidare il team è stato Vito Amato assistito da Carmine Cataldo, con Michelangelo Sparapano, Fabio Gallo, Domenico Zaccaria e Roberto Pisciotta.

«Siamo molto soddisfatti per come il nostro Team ha condotto tutte le gare in programma e per i brillanti risultati raggiunti - ha dichiarato il general manager Gianluca Tomasi, sempre in prima linea con il team manager Pierluca Ardito - ancora una volta abbiamo dimostrato di saper fare gruppo. Ciò che ci inorgoglisce di più, comunque, è l’ulteriore trionfo dello stile italiano, nuovamente molto apprezzato dalle giurie internazionali, come è avvenuto qualche mese fa a Shanghai. Voglio ringraziare subito tutta l’Associazione Cuochi Italiani in Germania, con in testa il presidente Gianluca Casini e la preziosa socia Concetta Ragusa, che hanno rappresentato un altrettanto prezioso supporto a tutto il Team. Grazie di cuore per quello che fate ogni giorno per Federcuochi».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Notte Rossa
Giordana Talamona
Delyce
Siggi

Notte Rossa
Giordana Talamona
Delyce

Siggi
Horeca Expoforum