Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 18 giugno 2024  | aggiornato alle 22:57 | 105944 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Elle & Vire

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

I due traghetti gemelli (Fantasy e Legacy) sulla rotta Livorno-Olbia hanno una proposta di ristorazione che non ha eguali sulle navi. Il progetto “gusti giusti” nasce dalla collaborazione fra i gruppi Onorato e Ligabue. I due traghetti più grandi al mondo garantiscono servizi innovativi ai viaggiatori e importanti risparmi energetici

di Alberto Lupini
direttore
10 giugno 2024 | 14:49
La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio
La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

I due traghetti gemelli (Fantasy e Legacy) sulla rotta Livorno-Olbia hanno una proposta di ristorazione che non ha eguali sulle navi. Il progetto “gusti giusti” nasce dalla collaborazione fra i gruppi Onorato e Ligabue. I due traghetti più grandi al mondo garantiscono servizi innovativi ai viaggiatori e importanti risparmi energetici

di Alberto Lupini
direttore
10 giugno 2024 | 14:49
 

L'iniziativa è stata davvero rivoluzionaria e nei fatti ha cambiato il concetto stesso di ospitalità su un traghetto. Salire sulle due nuove navi Moby (gruppo Onorato) che collegano Livorno a Olbia (Fantasy e Legacy, gli innovativi traghetti più grandi e più attenti alla sostenibilità al mondo), non vuol dire solo avere spazi in cabina e in garage come in un grande albergo. Vuol dire poter festeggiare alla grande l'inizio (o la fine) di un viaggio grazie ad un'offerta di ristorazione che non ha eguali: queste navi gemelle propongono infatti vere e proprie food court, piazze gastronomiche culinarie ricchissime, in cui i viaggiatori possono trovare ciò che vogliono.

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

La Moby Fantasy

A bordo delle Moby dalla ristorazione gourmet allo street food, ognuno può scegliere

Le scelte possibili a bordo vanno dallo street food (grazie ad appositi banchi alimentari) alle preparazioni espresse con cucina a vista per mostrare la freschezza dei prodotti, e dove la professionalità degli chef è sotto gli occhi di tutti come nei ristoranti gourmet. In ben 15 aree di offerta, con oltre 50 metri lineari espositivi di vetrine (insalate, salumi, macelleria, pastificio, panini, caffè, piadine, formaggi, pinsa, dolci, golosità per i bambini, cocktail, stuzzichini e frutta), 1 shop di bordo e 7 punti ristoro (tra bar interni ed esterni, bistrò e ristorante), ognuno può trovare il menu che preferisce, dalla carne al pesce, dai menu vegetariani ai fine dining. Il tutto scegliendo dal take away, o l'acquisto di prodotti made in Italy, alla scelta del servizio al tavolo con tanto di maitre o sommelier.

Insomma, niente a che vedere con i ristoranti di bordo con menu banali o i tristi buffet che hanno contraddistinto da sempre il viaggio in traghetto. Grazie alla collaborazione con il gruppo Ligabue, leader mondiale del settore catering marino (serve ben 6 compagnie), 105 anni di attività e da ottant'anni al fianco del gruppo Onorato, i due traghetti supertecnologici della Moby sono andati oltre il modello ristorativo delle navi da crociera, avvantaggiandosi della possibilità di avere ad ogni tratta prodotti freschissimi. Con in più pane fresco sformato tutti i giorni, pasta fresca preparata a bordo, oltre 150 ricette proposte e 400 referenze offerte nella ristorazione. Il tutto con una quindicina di persone addette ai vari servizi.

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

Servizio al tavolo sui traghetti Moby

Al ristorante a la càrte del traghetto, tutte le eccellenze dell'offerta "a terra"

Nel ristorante la càrte “A.O. Grill” è ad esempio possibile trovare importanti selezioni di carne (Wagy, Hembra Iberica, Scottona Bavarese, Black Angus Irlandese e Limousine Italiana) invece che pesce fresco, Salmone selvaggio, Merluzzo Black Code, Pecorini toscani DOP, prosciutto crudo Iberico Patanegra De Cebo, Parma dop. Tutto viene cucinato a bordo con materie prime ricercate provenienti da fornitori prestigiosi con un'offerta che spesso supera quella di un ristorante di terra ferma.

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

Un particolare del ristorante sul traghetto Moby Famtasy

Si può mangiare e bere durante tutto il viaggio in traghetto... e senza fare code

Nessun momento del viaggio è stato trascurato: la colazione, l'aperitivo, le merende, i pranzi e le cene, fino alle goloserie per ogni occasione e alla fame notturna...perché il servizio è attivo senza interruzione per tutta la durata del viaggio. Una scelta che allinea anche in questo caso il servizio sui traghetti Moby a quelli di un hotel importante. Ma oltre al servizio ristorativo non-stop, sulle navi sono state adottate per la prima volta anche le più innovative tecnologie salta coda, così che i viaggiatori possono vivere a pieno il momento della ristorazione senza perdite di tempo inutili. E in più, le varie aree che offrono esperienze culinarie e proposte gastronomiche differenti sono facilmente identificabili grazie a numerosi e chiari supporti di comunicazione a bordo.

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

gusti giusti sui traghetti Moby grazie a Ligabue Spa

Finalmente si può dire che grazie al progetto “Gusti Giusti” di Onorato e Ligabue la vacanza inizia a tavola anche per chi viaggia in traghetto.

Da sempre il solo salire a bordo di una nave segna la svolta di un viaggio perché, diversamente dai viaggi in aereo o in treno, salire su un traghetto rappresenta già un'avventura in sé. Lasciare la terraferma e solcare le onde del mare regala un'emozione indescrivibile, un senso di libertà e anticipazione che segna l'inizio di un viaggio speciale. E cosa di meglio che festeggiarlo al meglio con una cena di alto livello su Fantasy o Legacy?

Ospitalità senza precedenti sui traghetti

Lungo entrambi i lati della nave corrono due promenade arredate con poltrone e divani; a poppa trova spazio la sala poltrone con 403 posti a sedere “big size”, reclinabili e accessoriate con prese usb. Le 441 cabine distribuite su quattro diversi ponti (7-10) sono di varie tipologie tra cui 18 suite V-Class con room service e colazione gourmet servita al ristorante, 11 cabine per passeggeri a ridotta mobilità con ascensore dedicato. 46 cabine sono state ideate appositamente per coloro che viaggiano con i loro animali domestici: pavimenti in linoleum per favorire l'igienizzazione, sistema di areazione potenziato e kit dedicato agli amici a quattro zampe.

Dati che da soli indicano come queste due navi offrono un comfort che rivaleggia con quello degli hotel di qualità. I passeggeri possono rilassarsi nelle cabine spaziose o prendere il sole sui ponti all'aperto. Le strutture a bordo, come ristoranti, bar, negozi e aree relax, assicurano che il viaggio sia confortevole e piacevole. La possibilità di passeggiare liberamente, respirare aria fresca e ascoltare il suono delle onde rende il viaggio su un traghetto un'esperienza rilassante e rigenerante.

Una rivoluzione sui traghetti che nasce dalla storica collaborazione fra gruppo Onorato e Ligabue Spa

Per l'armatore di Moby, Alessandro Onorato, alla base di questa “rivoluzione” c'è proprio la «collaborazione storica con Ligabue, veramente di lunga data, grazie alla quale abbiamo trovato un nuovo modo di far viaggiare le persone e di portare il sistema dei trasporti in una nuova era per seguire le richieste della clientela che cambiano nel tempo. Faccio un esempio: quarant'anni fa era normale che non ci fossero i bagni nelle cabine e alla fine di ogni corridoio ci fossero bagni comuni. Oggi sarebbe impensabile per un passeggero comprare un biglietto del traghetto e prendere una sistemazione in cabina senza avere in bagno privato. Ma 40-50 fa era così anche molti alberghi, tolti quelli di lusso. In questa logica ci siamo mossi ora per quanto riguarda la ristorazione… ». Di fatto un nuovo salto di qualità dopo quello già fatto in generale sull'accoglienza.

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

Alessandro Onorato

«Sul mercato non c'è nulla di simile - aggiunge per parte sua Inti Ligabue, presidente e ad dell'omonima azienda - in tema marittimo un'offerta del genere non è neanche avvicinabile in tutto il mondo. Abbiamo ricercato le soluzioni migliori per i passeggeri, per garantirgli esperienze di qualità e per fidelizzarlo, facendolo sentire a casa grazie anche ad una formazione ad hoc per camerieri e cuochi. E stiamo lavorando su servizi aggiuntivi, tipo le casse automatiche dei supermercati, per “liberare” personale da mettere maggiormente disposizione dei viaggiatori».

La rivoluzione Moby: il traghetto-hotel dove il ristorante vale il viaggio

Inti Ligabue

Parliamo di servizi di alta qualità su navi che rappresentano anche modelli di grande innovazione tecnologica. «Queste due navi - spiega Onorato – hanno il doppio di metri lineari di garage (da 2mila a quasi 4mila), e ciò significa che possono portare molte più auto e camion riducendo però i tempi di entrata e uscita di almeno il 35%. E anche le cabine passano sulla tratta da 300 a 450 in linea con la preferenza dei passeggeri, soprattutto da dopo il Covid, a viaggiare in cabina. Anche nelle corse diurne c'è una crescita nella richiesta di cabine».

Moby ha investito nella sostenibilità ambientale: navi più grandi per risparmiare energia

L'aumentata dimensione delle navi, anche se può sembrare contradittorio, è all'insegna della sostenibilità ambientale. L'aumento di capacità di trasporti ha permesso di togliere le navi merci che lavoravano sulla stessa rotta e quindi passare da quattro navi per Livorno Olbia a due navi solamente che riescono a fare sia il traffico turistico che quello appunto industriale. Ciò porta a un importante risparmio per consumo di carburante (fino al 45%) e manutenzioni. E per i viaggiatori si traduce in mancati rincari delle tariffe.

Anche per i servizi in nave fondamentale il ruolo del personale, marinai e camerieri in primis

«Siamo quelli che hanno meno problemi di tutto il settore, riusciamo comunque a tenere tutti i servizi aperti su tutte le navi e quindi a garantire quelli che sono i nostri standard di qualità - precisa Onorato - Per noi è importante non solo dare uno stipendio dignitoso, ma anche condizioni di lavoro migliori perché comunque è un lavoro molto difficile. Parliamo di marittimi che magari stanno mesi lontano da casa che devono lavorare anche in condizioni di grande stress, soprattutto in alta stagione, da metà luglio a metà settembre, quando le navi fanno magari due o tre corse in un giorno con fino a  3000 passeggeri. Per questo il personale ha cabine in punti molto alti, al ponte 11. Hanno le cabine quasi migliori della nave»

 Moby Fantasy/Legacy in cifre

  • Stazza lorda: 69.500t
  • Lunghezza: 237 m
  • Larghezza: 33 m
  • Capacità passeggeri: 3.000 persone
  • Cabine: 441 di cui 18 suite
  • Poltrone: 403 “big size”
  • Punti di ristorazione: 7
  • Garage: 3800 metri lineari
  • Capacità di stiva: 1300 posti auto o 300 camion
  • Quattro motori principali e quattro ausiliari in grado di funzionare con gas naturale liquefatto (GNL)
  • Due scrubber per eliminare le emissioni di zolfo nell'ambiente

Gruppo Onorato: Moby, Tirrenia e Toremar

Moby, Tirrenia-CIN e Toremar sono le Compagnie del Gruppo Moby, da cinque generazioni sul mare e leader del trasporto marittimo passeggeri e merci. Primo al mondo per numero di letti e primo in Europa per capacità passeggeri. Con le tre compagnie, il gruppo Moby collega Sardegna, Sicilia, Corsica, isola d'Elba e l'Arcipelago Toscano con 31 navi, con circa 37.200 partenze per 22 porti. I Fast Cruise Ferries del gruppo sono tra i primi al mondo per qualità: le ammiraglie sono sono state insignite della prestigiosa Green Star del RINA. Al gruppo Moby fa capo anche una flotta di 18 rimorchiatori di ultima generazione che forniscono assistenza alle manovre delle navi in porto e attività di salvataggio in nove porti sul territorio. Nel Porto di Napoli il Gruppo è azionista del Terminal Traghetti, nel porto di Genova è azionista di Stazioni Marittime, a Livorno controlla l'Agenzia Marittima Renzo Conti Srl, il Terminal ro/ro LTM Autostrade del Mare Srl e il terminal passeggeri Porto di Livorno 2000.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Prugne della California
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Italmill
Julius Meiln
Siad

Prugne della California
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Italmill

Julius Meiln
Molino Grassi
Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena