Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 13 aprile 2024  | aggiornato alle 06:46 | 104556 articoli pubblicati

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

Barbara Agosti, Simona Bontà, Francesca Ciucci, Elisabetta Guaglianone e Valentina Paci renderanno omaggio per la terza volta all'iconica specialità con la loro personale interpretazione della ricetta

di Mariella Morosi
 
27 marzo 2024 | 14:30

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

Barbara Agosti, Simona Bontà, Francesca Ciucci, Elisabetta Guaglianone e Valentina Paci renderanno omaggio per la terza volta all'iconica specialità con la loro personale interpretazione della ricetta

di Mariella Morosi
27 marzo 2024 | 14:30
 

Barbara Agosti di Eggs, Simona Bontà de Il Pescatorio, Francesca Ciucci de La Ciambella-Bar à Vin con Cucina, Elisabetta Guaglianone di Proloco Trastevere, Valentina Paci di Portale 21 - Opificio di Cucina: sono queste cinque lady chef che a Roma, nel Carbonara Day del 6 aprile, renderanno omaggio per la terza volta all'iconica specialità con la loro personale interpretazione della ricetta. La serviranno anche in un piatto speciale, limited edition della nuova collezione Spring 2024 di Churchill 1795, azienda britannica specializzata in piatti e stoviglie in porcellana. L'istituzione di questa giornata si deve all’Unione italiana food, in collaborazione con l’International Pasta Organization (Ipo).

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

La Carbonara è uno dei piatti più amati di Roma

Il piatto speciale per il Carbonara Day firmato Churchill 1795

«Churchill e la Carbonara - ha detto Francesca Tartara, business development dell'azienda da oltre 200 anni e presente in Italia da più di trenta - è un connubio nato per gioco tre anni fa ed è diventato ormai un appuntamento fisso. Il Glossy di Astro, la delicatezza del Coral, l’anticonformismo del Sorrel Green, l'increspatura del Twilight e la morbidezza della nuova forma Deep Coupe Bowl sembra fatta apporta per esaltare le forme e i colori del mitico piatto. Tutte le materie prime sono selezionate per dare nuances di colori a piatti sempre più apprezzati anche nel mondo della ristorazione. La brillantezza è il suo punto di forza, grazie all’utilizzo un colore speciale con particelle metalliche che riflettono e amplificano la luce per un risultato sorprendente. Ma si torna anche alla tradizione con piatti classici in toni pastello che ricordano i pranzi della domenica in famiglia.

Barbara Agosti (Eggs): la Carbonara del ristorante che punta sulle uova

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

La chef Barbara Agosti

Ed ecco la personale proposta delle chef. Barbara Agosti di Eggs, il ristorante che punta il suo menu sulle uova (e che ha appena aperto anche a Milano, in Via Solferino) la preparerà con mezze maniche Igp Gragnano 110 g, uova bio, guanciale di Campofelice, pecorino 100% selezione Cibaria, pepe nero del Madagascar. Il piatto scelto per esaltare la ricetta è Homespun Chroma della collezione Studio Prints, nel nuovo colore Twilight, una tonalita` blu intenso perfetta per una tavola d’effetto.

Eggs Roma | Via Natale del Grande 52 - 00153 Roma | Tel 06 581 7281

Simona Bontà (Il Pescatorio): il pesce incontra la Carbonara

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

La chef Simona Bontà

La chef Simona Bontà de Il Pescatorio - pescheria, gastronomia, dispensa e cucina di pesce di primissima qualità - per la giornata del 6 aprile ha pensato di realizzare in esclusiva per la Carbonara in Rosa, il Tonnarello di calamaro alla carbonara, impiattato nella ceramica Astro Blue della collezione Studio Prints, che conferisce alla ricetta un’allure futuristica.

Il Pescatorio | Via Virginia Agnelli 91/93 - 00151 Roma | Tel 06 6449 4787

Francesca Ciucci (La Ciambella) e la classica Carbonara

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

La chef Francesca Ciucci

È un emozionante viaggio nella cucina tradizionale romana ed italiana rivisitata quello della chef Francesca Ciucci che ha aperto con la moglie Mirka Guberti, il ristorante La Ciambella - Bar à Vin. Per il Carbonara in Rosa non potevano mancare gli Spaghettoni alla carbonara con guanciale croccante, sempre presenti in menu, serviti nel versatile e delicato Canvas Coral.

La Ciambella - Bar à Vin | Via dell'Arco della Ciambella 20 - 00186 Roma | Tel 06 683 2930

Elisabetta Guaglianone (Proloco Trastevere) e la sua Carbonara rivisitata

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

Elisabetta Guaglianone

L’ostessa Elisabetta Guaglianone di Proloco Trastevere, un locale la cui cucina è basata sugli ingredienti di origine laziale, ha giocato in casa con la Carbonara di Proloco Trastevere: mezza manica, solo tuorlo, pecorino romano Dop dell’azienda De Roma, guanciale selezione Dol, miscela di pepi dell’Emporio delle Spezie. Il nuovo colore Green, della collezione Stonecast Sorrel, dona un tocco di vivacità alla preparazione.

Pro Loco Trastevere | via Goffredo Mameli 23 - 00153, Roma | Tel 06 45596137

Valentina Pacifici (Portale 21): la pasta speciale per il Carbonara Day

Carbonara day: ecco come la prepareranno cinque chef romane il 6 aprile

La chef Valentina Pacifici

Valentina Pacifici chef patron di Portale 21 - Opificio di Cucina a Marino (Rm) un locale con una cucina semplice e attuale, ha composto la sua "Carbonara in Rosa" con spaghettone Felicetti, guanciale di suino marchigiano, pecorino romano Dop, uova biologiche livornesi. Questa ricetta, non presente nel menu, è stata ideata appositamente dalla chef pensando a tutti gli ingredienti che solitamente utilizza in cucina. Il piatto adoperato è Stonecast Petal Pink, nella nuova la forma Bowl, ispirato al cambiamento delle stagioni e ai suoi colori.

Portale 21 - Opificio di Cucina | Via Rodolfo Morandi - 32, 00047 Marino (Rm) | Tel 06 9483 7668

La Carbonara tra i piatti icona di Roma

Forse la Carbonara è il piatto più richiesto a Roma e non solo, sbaragliando Matriciana, Gricia e Cacio e pepe, e puristi e tradizionalisti ne dibattono. Eppure, è un piatto che non è mai stato codificato in ricette e sembra che sia stato inventato dagli americani.

Una traccia c'è e risale al 1944, quando i soltati americani nostri alleati unirono la roro "Razione K" (polvere di uova e bacon) alla pasta nostrana. Altri attribuirebbero la geniale composizione ai pastori della transumanza. Il mistero della sua origine - questo è certo - non ne ha mai frenato la popolarità e il consumo.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Cattel
Pavoni

Union Camere
Vini Alto Adige
Molino Spadoni