Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 20 luglio 2024  | aggiornato alle 03:31 | 106587 articoli pubblicati

Bufala Campana
Bufala Campana

Hai mai mangiato in una Foresteria?

Alla Foresteria Cavicchioli di San Prospero lo chef Nicola Pini presenta un menu che esalta i sapori locali con una freschezza inaspettata e offre ai suoi ospiti un'esperienza autentica e diretta

di Gabriele Pasca
 
18 novembre 2023 | 13:07

Hai mai mangiato in una Foresteria?

Alla Foresteria Cavicchioli di San Prospero lo chef Nicola Pini presenta un menu che esalta i sapori locali con una freschezza inaspettata e offre ai suoi ospiti un'esperienza autentica e diretta

di Gabriele Pasca
18 novembre 2023 | 13:07
 

Una foresteria, per definizione, è un luogo di accoglienza, un rifugio dove i viaggiatori possono trovare riposo e nutrimento. La Foresteria Cavicchioli, a San Prospero, nel cuore della campagna modenese, incarna proprio questo spirito. Qui, lo chef Nicola Pini ha preso l'essenza di una foresteria, unendo ospitalità e cucina in un contesto unico. Questo non è il classico ristorante che si trova nelle guide turistiche, ma piuttosto un angolo di tradizione modenese rivisitato con un tocco di modernità. Il locale, ricavato da una stalla ristrutturata, offre un'atmosfera calda e accogliente, dove il cibo parla da sé.

Hai mai mangiato in una Foresteria?

La sala della Foresteria Cavicchioli

Foresteria Cavicchioli: oltre il ristorante tradizionale

L'ambiente della Foresteria, semplice ma raffinato, riflette l'intenzione di Pini di offrire una cucina che parla attraverso i suoi piatti piuttosto che attraverso orpelli estetici. Qui, le antiche ricette vengono rivisitate con un approccio creativo, pur mantenendo un legame indissolubile con la terra e i prodotti locali. Il risultato è un menu che si muove con agilità tra tradizione e innovazione, presentando piatti che sono allo stesso tempo familiari e sorprendenti.

Sapori e semplicità a Foresteria Cavicchioli: il menu di Nicola Pini

Il menu della Foresteria Cavicchioli, curato dallo chef Nicola Pini, si distingue per una proposta culinaria che fonde senza fronzoli la tradizione modenese con tocchi di innovazione ponderata. Gli antipasti comprendono piatti dal sapore squisitamente classico, ad esempio il gnocco (non è un errore, a Modena si pronuncia in questo modo) servito con i salumi, fino a influenze più meridionali, come le cicoriette ripassate su crema di fave e peperone crusco, un piatto dalla chiara impronta appulo-lucana.

La sezione dei primi piatti mette in mostra la versatilità della pasta: i Tortellini in brodo di cappone, piatto sacro di queste terre, offrono comfort e ricchezza in un unico cucchiaio, mentre gli gnocchetti di patate e rapa rossa con porro e rosmarino sono un esempio di come ingredienti semplici possono essere elevati senza eccessi.

Nelle seconde portate, la Foresteria gioca sul sicuro con piatti come il Filetto di manzo all’Aceto Balsamico di Modena, un classico ben eseguito. La Guancia di maiale brasata al Grasparossa è un piatto robusto che parla della capacità di Pini di trasformare tagli meno nobili in piatti di ottima esecuzione.

In questo menu, la Foresteria Cavicchioli mostra come l'equilibrio tra tradizione e innovazione possa essere raggiunto senza artifici. Ogni piatto è un'espressione diretta di questa filosofia, dove la qualità degli ingredienti e la precisione nella preparazione parlano più di qualsiasi descrizione elaborata.

Foresteria Cavicchioli, il viaggio culinario di Pini dalle radici ai confini

Nicola Pini, lo chef alla guida della Foresteria Cavicchioli, è un esploratore gastronomico le cui radici affondano profondamente nella cucina italiana e francese, ma il cui spirito è stato plasmato da viaggi in oltre trenta paesi. Cresciuto in una famiglia dove la cucina era un affare di cuore, con una madre e una bisnonna eccellenti ai fornelli, Pini ha sviluppato la sua arte culinaria tra i banchi della Scuola di Serramazzoni e le aule dell'università di Giurisprudenza a Modena.

Hai mai mangiato in una Foresteria?

Chef Nicola Pini

La sua esperienza non si ferma all'Italia. La cucina francese, appresa all'Istitut Vatel a Nimes, e quella thailandese, esplorata a Chiang Mai, hanno fornito a Pini un repertorio di tecniche e sapori che traspare nel suo approccio alla cucina modenese. Lavorando in Australia e negli Emirati Arabi, ha abbracciato l'arte di amalgamare influenze internazionali con la tradizione locale.

Questo background cosmopolita si riflette nella sua cucina: un mosaico di sapori che celebra l'essenza della tradizione italiana, arricchita da tocchi esotici. Pini porta alla Foresteria Cavicchioli una cucina in continua evoluzione, rifiutando la staticità e abbracciando l'apertura mentale. Il suo menù è un dialogo tra diverse culture culinarie, un equilibrio tra la fedeltà alla tradizione e la curiosità per il nuovo.

Dentro la Foresteria Cavicchioli: un connubio di storia e modernità

Situata in una vecchia stalla sapientemente ristrutturata, la Foresteria offre uno spazio che è un perfetto connubio tra il rustico e il moderno. Al piano terra, l'ambiente è intimo e accogliente, capace di ospitare fino a 50 commensali, dove ogni dettaglio parla di storia e tradizione. Le pareti in pietra e le travi a vista sono testimoni di un passato agricolo, ora trasformati in un ristorante dove il comfort incontra il fascino rustico.

Hai mai mangiato in una Foresteria?

I tavoli di Foresteria Cavicchioli con vista sul vigneto

Salendo al primo piano, ci si trova in una sala ristorante che può accogliere fino a 90 ospiti. Qui, l'atmosfera cambia: lo spazio si fa più ampio e luminoso, con una vista che si apre sui vigneti circostanti. È un ambiente che invita alla convivialità, perfetto per grandi cene o eventi speciali.

Il patio esterno, affacciato sul vigneto Due Madonne, offre una pausa visiva e un respiro di aria fresca, ideale per aperitivi o piccoli banchetti all'aperto. Inoltre, la sala attrezzata per riunioni, che può ospitare circa 20 persone, è l'ideale per incontri più riservati o eventi aziendali.

Foresteria Cavicchioli
Via Due Madonne 5 - 41030 - San Prospero (Mo)
Tel 329 717 7790

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Comavicola

Brita
Molino Dallagiovanna
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni