Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 giugno 2024  | aggiornato alle 00:39 | 105944 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Rational

Tutta la magia della pizza napoletana al Coca Cola Pizza Village 2024

Napoli si prepara ad ospitare il Coca Cola Pizza Village 2024, un evento imperdibile dedicato alla pizza più amata al mondo. 10 giorni di gusto, musica e tradizione per celebrare la pizza napoletana

di Mariella Morosi
 
07 giugno 2024 | 16:59

Tutta la magia della pizza napoletana al Coca Cola Pizza Village 2024

Napoli si prepara ad ospitare il Coca Cola Pizza Village 2024, un evento imperdibile dedicato alla pizza più amata al mondo. 10 giorni di gusto, musica e tradizione per celebrare la pizza napoletana

di Mariella Morosi
07 giugno 2024 | 16:59
 

La kermesse itinerante "Coca Cola Pizza Village", che celebra il più italiano e amato simbolo del buon cibo, la pizza napoletana, torna a Napoli per dieci giorni (dal 14 al 23 giugno) negli ampi spazi della Mostra d'Oltremare per spostarsi poi a Milano dal 5 all'8 settembre, nelle aree verdi del City Life. Ultima tappa dell'anno, confermando la sua vocazione internazionale, Londra, prima edizione europea, nei giardini di Whitehall in Victoria Embankment dal 19 al 22 settembre. La manifestazione, che gode del patrocinio dei ministeri della Cultura e del Turismo, ma anche della Rai e del quotidiano Il Mattino, è stata presentata a Roma nella sede della Stampa Estera di Palazzo Grazioli, con il benvenuto di Alfredo Tesio, responsabile del Gruppo del Gusto costituito dai giornalisti di numerose testate estere.

Tutta la magia della pizza napoletana al Coca Cola Pizza Village 2024

A Napoli tutto pronto per Coca Cola Pizza Village

Tra i momenti più attesi, il XXI Campionato Mondiale del Pizzaiolo - Trofeo Caputo organizzato dall'Apn (Associazione pizzaiuoli napoletani) il 17, 18 e 19 giugno, con 11 categorie di gara e 9 forni sempre in funzione. «È l'unico campionato che può dirsi mondiale - ha detto Antimo Caputo - e si stanno concludendo le selezioni dei partecipanti in tutto il mondo». Il programma è stato illustrato da Alessandro Marinacci, ceo della società napoletana Oramata Grandi Eventi srl, da Matteo Colombo della Aadv Entertainment, entrambe organizzatrici del format, da Roberto Russo di Smart City Life e da Lorenzo Suraci di Radio 102.5, che seguirà la manifestazione e i tanti ospiti della musica.

Coca Cola Pizza Village 2024 a Napoli: 10 giorni di gusto, musica e tradizione

Il ruolo di Pizza Village per promuovere l'appeal turistico del nostro Paese nel mondo è stato evidenziato da Maria Elena Russo, direttrice marketing Enit. «Iniziative come questa - ha detto - hanno un valore di incoming turistico forte attraverso uno dei valori identitari più forti, che è quello della pizza, e la rete delle nostre sedi all'estero la sostiene». È stato calcolato che solo il settore pizza in Italia contribuisce allo sviluppo dell'economia con circa 40 miliardi di euro annui. Numerosi i laboratori e gli spettacoli internazionali che si svolgeranno a Napoli, con oltre 300 maestri dell'arte bianca impegnati a proporre la loro idea di pizza nei 30mila mq della struttura. Numerosi appuntamenti di approfondimento sui temi della cucina italiana, del made in Italy e della promozione turistica, come Pizza Tales.

Negli anni il format si è ampliato ottenendo successo di pubblico - 8 milioni di visitatori delle ultime 11 edizioni - e numerosi riconoscimenti tra cui il premio Best Food Festival in the World ricevuto a Las Vegas o quello assegnato a Napoli per il Guinness World Record per la pizza più lunga al mondo. Quello più prestigioso è la candidatura Unesco per l'Arte del Pizzaiuolo, che ha assegnato ai pizzaioli napoletani il riconoscimento di patrimonio immateriale. Inoltre, questa edizione 2024 avrà una durata maggiore rispetto a quella del 2023.

Tutta la magia della pizza napoletana al Coca Cola Pizza Village 2024

La presentazione del Coca Cola Pizza Village 2024

La valenza del format, che ha concretamente partecipato alla promozione turistica della città di Napoli, ha raccolto anche numerose adesioni di sponsor, come Coca-Cola che, quest'anno, con la divisione Italia, sarà title sponsor degli eventi a Napoli e Milano, così come founding partner sarà Mulino Caputo, da sempre al fianco degli organizzatori in Italia e nel mondo. Tra gli altri sponsor, "Ciao", il Pomodoro di Napoli e tanti altri produttori di ingredienti per la pizza, dall'olio alla mozzarella.

Non solo promozione: il Coca Cola Pizza Village punta anche sull'intrattenimento

«Il Pizza Village è un grande contenitore di eventi, non solo legati al cibo - ha detto il ceo & founder di Oramata Grandi Eventi, Alessandro Marinacci. Tra questi, la musica con il palco di Rtl, con i big della musica, con le dirette radio e tv ogni giorno, ma anche con le masterclass di Casa Caputo, con cui seguire gratuitamente le lezioni di pizza napoletana, e che saranno organizzate anche nell'evento di Londra, sulle rive del Tamigi». E si guarda al futuro: «Siamo proiettati anche verso nuove mete, non solo europee - ha detto Matteo Colombo - a settembre saremo a Londra, ma abbiamo ricevuto diverse richieste anche dagli Stati Uniti e dagli Emirati Arabi».

Nel format Pizza Village, oltre a promuovere le nostre tradizioni e le nostre competenze in Italia e nel mondo del prodotto pizza, la manifestazione punta al raggiungimento di due obiettivi: l'intrattenimento e la promozione turistica. L'affermazione della manifestazione passa soprattutto attraverso la seconda edizione del Pizza Village a Milano e il primo appuntamento fuori dai confini nazionali, in una delle principali capitali europee: Londra. Per Roberto Russo, di SmartCityLife, tra i valori importanti del format ci sono la fruibilità e la cultura. «Lo scorso anno - ha detto - sono state 25mila le persone che con noi hanno passato momenti lieti con la garanzia di un servizio e di un evento di qualità».

Tutta la magia della pizza napoletana al Coca Cola Pizza Village 2024

La pizza super-protagonista dal 14 al 23 giugno alla Mostra d'Oltremare

Ospite d'onore alla presentazione, Salvatore Salvo di Napoli, alla terza generazione di pizzaioli che con il fratello Francesco è un rappresentante autorevole della pizza napoletana contemporanea. Ne ha raccontato i segreti e l'evoluzione dell'offerta, basata sempre più sulla qualità degli ingredienti. «Soprattutto la sua popolarità e il riconoscimento Unesco - ha detto - hanno valorizzato una professionalità come quella del pizzaiolo, prima poco considerata e oggi attrattiva per tanti giovani».

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Brita
Longarone Fiere
Valverde
Icam Professionale
Siad

Brita
Longarone Fiere
Valverde

Icam Professionale
Consorzio Barbera Asti
Siggi