Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 19 maggio 2024  | aggiornato alle 00:45 | 105271 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

Cuochi, cene stellate, pizza e cozze: a Taranto torna l'Ego Festival

Dal 10 al 12 maggio, cuochi da tutto il mondo, laboratori, degustazioni. Novità 2024: il Festival della Pizza. E a Taranto, il 12 maggio torna Cozza in the City con la Cozza Tarantina Presidio Slow Food

 
04 maggio 2024 | 12:14

Cuochi, cene stellate, pizza e cozze: a Taranto torna l'Ego Festival

Dal 10 al 12 maggio, cuochi da tutto il mondo, laboratori, degustazioni. Novità 2024: il Festival della Pizza. E a Taranto, il 12 maggio torna Cozza in the City con la Cozza Tarantina Presidio Slow Food

04 maggio 2024 | 12:14
 

I numeri sono da record: venticinque pizzaioli, dieci cuochi da ristoranti stellati da tutto il mondo, dieci cuochi tarantini, il miglior pizzaiolo al mondo per la 50 Top pizza, due fotografi e la stampa nazionale. Tutto questo è Ego Festival, l’evento enogastronomico organizzato dall’associazione Enogastro Hub, che dal 10 al 12 maggio farà diventare Taranto la nuova capitale del gusto.

Cuochi, cene stellate, pizza e cozze: a Taranto torna l'Ego Festival

A Taranto torna l'Ego festival

Ego Festival: tra lab, dinner incredibile e cozze

Si comincia con Ego Lab, una giornata di studio: laboratori, degustazioni, focus su vino, olio, caffè; demo con cuochi con diverse estrazioni e origini che si confronteranno il 10 maggio (dalle 10 alle 16:30) sul palco del Relais Histò a Taranto. Non solo, quindi, l’incontro con chef stellati provenienti da tutto il mondo, che daranno vita alla Dinner Incredible, una cena esclusiva in cui ogni chef presenterà una propria creazione unica partendo dalle materie prime pugliesi, ma anche il Festival della Pizza, un appuntamento d’eccezione in cui valorizzare uno dei capisaldi della nostra cucina nazionale. Nel ricchissimo parterre di cuochi che raggiungeranno il capoluogo ionico ci sarà anche Martino Ruggieri, chef martinese fresco di seconda stella Michelin per la sua Maison parigina: è la prima volta in Italia per il cuoco di origini tarantine dopo l’ambito riconoscimento della Rossa. E torna anche quest’anno Cozza in the City, il festival pop dedicato alla cozza tarantina.

«Ego Festival torna a Taranto - spiega Monica Caradonna, giornalista, conduttrice tv e ideatrice di Ego Festival - e mi riempie d’orgoglio poter ospitare nella mia città un appuntamento enogastronomico utile per la comunità. Laboratori, approfondimenti per chi vive e opera nel mondo della ristorazione per affinare e crescere le proprie skill professionali, ma anche per chi da appassionato guarda alla cucina e al mondo enogastronomico con interesse e curiosità. Confronti tra cuochi pugliesi e cuochi stranieri utili a sviluppare la contaminazione tra culture diverse. È così che il Giappone incontra la Puglia, ed è così che la cucina stellata incontra la tradizione artigianale. e una mostra fotografica per raccontare il Fattore umano del mare».

Gli chef di Dinner Incredible

  • Kay Baumgardt – Mamesa, Hotel Weisses Kreuz, Burgusio (BZ)  
  • Giorgio Diana – CEO e fondatore di Dinner Incredible, Casa Fontana by Giorgio Diana, Taiwan
  • Tim Golsteijn – Bougainville *, Amsterdam
  • Dieter Koschina – Villa Joya **, Algarve
  • Pavlos Kyriakis – Gallina *, Atene
  • Francesco Martucci – 1° nella 50 Top Pizza, I Masanielli, Caserta
  • Bruno Menard – ***, Presidente della Bocuse d’Or Academy a Singapore
  • Kotaro Noda – Faro *, Tokyo
  • Martino Ruggieri –  Maison Ruggieri **, Parigi
  • Massimiliano Sena – chef consulting, *, Ginevra
  • Giovanni Solofra – **, Campania

Cuochi di Cozza in the City

  • Michele Gatto_Core, Taranto
  • Paola Ortesta e Alessio Chiarelli_La Cuccagna, Crispiano (TA)
  • Francesca Marangi_Batiment, Taranto
  • Riccardo Ruta_La Paranza, Taranto
  • Michele Rotondo_Rotondo Catering, Palagianello (TA)
  • Oronzo Dimitri_La Barca, Pulsano (TA)
  • Nicola Gentile_Merak, Taranto
  • Agostino Sardone, Thalìa restaurant
  • Vincenzo Digiuseppe_Cibando&Lievita, Martina Franca (TA)
  • Agostino Bartoli, Al Gatto Rosso, Taranto

All’Ego Festival di Taranto cuochi da tutto il mondo

Il mondo, quindi, arriva a Taranto: cuochi provenienti da Singapore, Grecia, Portogallo, Olanda, Egitto, Francia che arriveranno nel capoluogo ionico per diventare ambassador della cultura gastronomica locale, andranno a fare la spesa scoprendo le materie prime pugliesi e daranno vita a una cena fondata sulla contaminazione del gusto.

«La nuova edizione dell’Ego Festival non solo conferma Taranto capitale del gusto - commenta il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci - ma dimostra che siamo di fronte ad una città sempre più versatile e pronta a proporsi in ogni campo facendo leva su un nuovo modello di sviluppo, sulle sue tradizioni, sulla sua ospitalità, sulla sua bellezza e sulla sua offerta enogastronomica. Accogliere alcuni fra i più rinomati chef del mondo è per noi un motivo di orgoglio ed un’opportunità da sfruttare nel migliore dei modi. La loro presenza qui, in riva allo Ionio, sarà un’altra occasione per affermare, per far crescere le imprese locali, le nostre eccellenze e la nostra cucina che ha nei frutti di mare una delle proposte più convincenti. Ai fini turistici, la promozione del territorio non può fare a meno di utilizzare tutte le risorse a disposizione e noi ne stiamo valorizzando tantissime. Offrire ai visitatori la possibilità di apprezzare il nostro patrimonio storico-culturale e le nostre bellezze paesaggistiche è una priorità dell’Amministrazione che mi onoro di guidare. Attraverso una serie di iniziative, di investimenti mirati ed in vista dei grandi appuntamenti che si svolgeranno a breve, stiamo profondendo il massimo impegno per accelerare quel processo di rigenerazione sociale, economica, ambientale e culturale che sarà capace di trasformare Taranto da esempio di un modello industriale ormai superato ad una realtà urbana in cui tradizione, innovazione, sostenibilità ed accoglienza avranno il merito di riposizionare la sua immagine a livello internazionale».

«L’approccio multisensoriale e orientato alla contaminazione dei sapori di EgoFestival – dichiara Donato Pentassuglia , assessore all’Agricoltura, industria agroalimentare, risorse agroalimentari, Riforma fondiaria, caccia e pesca, foreste della Regione Puglia - è assolutamente funzionale alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici pugliesi, partendo da olio e vino naturalmente, ma senza dimenticare la protagonista assoluta del festival, la cozza tarantina presidio Slow Food e tutti i prodotti di qualità e i prodotti tradizionali con i quali gli chef provenienti da ogni angolo del mondo potranno sperimentare accostamenti nuovi. Saremo ben lieti in particolare di accogliere nella sua Puglia lo chef Martino Ruggieri, che porta in dote due stelle Michelin conquistate a Parigi».

Ego Festival, novità 2024: il Festival della pizza

Novità dell’edizione 2024 è il Festival della Pizza, non solo la celebrazione di uno dei più famosi piatti italiani nel mondo, ma anche un’occasione di riflessione sul presente e sul futuro della pizza in Italia e all’estero. Una jam session di 25 tra pizzaioli e fornai ciascuno con la propria identità. Dalla Puglia partirà un messaggio importante per la valorizzazione dell’identità più local. Spazio per la focaccia barese e quella laertina. La serata sarà presentata da Peppone Calabrese, volto storico di Rai1 e prevede lo spettacolo musicale con i Terraros, ben noti per aver allietato la festa di compleanno della cantante Madonna.

I pizzaioli di Pizza Fest

  • Cristiano Taurisano – Luppolo e Farina, Latiano (BR)
  • Andrea Godi – 400 Gradi Lecce, Lecce
  • Giuseppe Riontino – Canneto Beach 2, Margherita di Savoia (BT)    
  • Orazio Chiapparino – Regina Margherita, San Giovanni Rotondo (FG)     
  • Francesco Pellegrino – Pizzeria Levante, Altamura (BA)    
  • Francesco Marangi – Sintesi, Alberobello (BA)
  • Michele Lococciolo – Il Tronco, Monopoli (BA)    
  • Michel Greco – Lievita 72, Gallipoli (LE)
  • Angelo Luprano – Pizzeria Makó, Foggia    
  • Annalisa Salerno – pizza chef di Giovinazzo (BA)
  • Marco D’Andria – Baronè, Taranto  
  • Davide Cavalera – pizza chef di Gallipoli (LE)
  • Giuseppe Petruzzella – Il Vecchio Gazebo, Molfetta (BA)     
  • Francesco Galati – Joey Bistrot Cafè, Maglie (LE)     
  • Gianmarco Manni – Gusti Giusti, Nociglia (LE)
  • Giuseppe e Leo Pignalosa – Le Parùle, Ercolano (NA)
  • Mauro Petronella – Panificio Mauro Petronella, Altamura (BA)     
  • Clarissa Natilla – Gran Forno, Bari    
  • Gianmichele Vitto – ConTé Pizzeria, Conversano (BA)     
  • Francesco Brattoli – Pizzeria Frankino’s, Bitonto (BA)
  • Davide Di Chio – Alterego Pizza Boutique, Andria (BT)    
  • Ciro Miccoli - Dai Bro’ Taranto
  • Francesco Brattoli - Pizzeria Frankino - Bitonto (BA)
  • Francesco Marasciulo - Chinè Mood, Bari
  • Daniele Caccamo - Schiacciata, Taranto
  • Giuseppe Locatelli, Pizzeria da Michele - Taranto

 

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Vini Alto Adige
Consorzio Barbera Asti
Sartori
Siggi

Vini Alto Adige
Consorzio Barbera Asti
Sartori

Siggi
Electrolux
Molino Dallagiovanna