Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 19 giugno 2024  | aggiornato alle 01:04 | 105944 articoli pubblicati

Elle & Vire
Rational
Elle & Vire

Giornata del latte: in Europa 160 milioni di tonnellate prodotte nel 2022

Le aziende agricole europee hanno prodotto circa 160 milioni di tonnellate di latte crudo. La maggior parte di questa produzione (circa 149,9 milioni di tonnellate) è stata consegnata ai caseifici per la trasformazione [...]

01 giugno 2024 | 11:21
 

Giornata del latte: in Europa 160 milioni di tonnellate prodotte nel 2022

Le aziende agricole europee hanno prodotto circa 160 milioni di tonnellate di latte crudo. La maggior parte di questa produzione (circa 149,9 milioni di tonnellate) è stata consegnata ai caseifici per la trasformazione [...]

01 giugno 2024 | 11:21
 

In occasione della Giornata Mondiale del Latte, che si celebra ogni anno il 1° giugno, Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione Europea, ha diffuso i dati relativi alla produzione di latte nell'UE nel 2022. Le aziende agricole europee hanno prodotto circa 160 milioni di tonnellate di latte crudo. La maggior parte di questa produzione (circa 149,9 milioni di tonnellate) è stata consegnata ai caseifici per la trasformazione, mentre i restanti 9,8 milioni di tonnellate sono stati utilizzati direttamente nelle aziende agricole, consumati dalle famiglie degli allevatori, venduti ai consumatori finali, utilizzati come mangime o trasformati direttamente in azienda.

Giornata del latte: in Europa 160 milioni di tonnellate prodotte nel 2022

Giornata Mondiale del Latte: in Europa 160 milioni di tonnellate prodotte nel 2022

Tra i prodotti freschi ottenuti dai caseifici europei troviamo:

  • 22,5 milioni di tonnellate di latte alimentare
  • 7,7 milioni di tonnellate di prodotti lattiero-caseari acidificati

Per quanto riguarda i prodotti trasformati:

  • Sono state prodotte 2,3 milioni di tonnellate di burro da 46,4 milioni di tonnellate di latte intero
  • 10,4 milioni di tonnellate di formaggio da 59,2 milioni di tonnellate di latte intero e 16,9 milioni di tonnellate di latte scremato
  • 3,0 milioni di tonnellate di latte in polvere
  • 55,9 milioni di tonnellate di siero di latte

Tra i tipi di latte prodotti, quello vaccino rappresenta la stragrande maggioranza, con 145,6 milioni di tonnellate consegnate ai caseifici. Il restante latte proviene da pecore, capre e bufali.

Questi dati evidenziano il ruolo centrale del settore lattiero-caseario nell'economia europea e la sua importanza per la produzione di alimenti nutrienti e di alta qualità.

Anche perché come sottolina la Coldiretti, dal latte italiano nascono i record dei formaggi Made in Italy che sono la prima voce della Dop economy del cibo con un valore al consumo di 8,6 miliardi di euro. Secondo i dati del Centro Studi Divulga, l’Italia produce circa 14 milioni di tonnellate di latte di cui 13,6 consegnate ai caseifici (il 95% di latte bovino), grazie al lavoro di quasi 25mila aziende. Circa la metà viene impiegata per la produzione delle eccellenze casearie, con ben 56 formaggi a denominazione di origine tra Dop e Igp.

Dop economy, il record dei formaggi made in Italy

Dal latte italiano nascono i record dei formaggi Made in Italy che sono la prima voce della Dop economy

Dop economy il record dei formaggi made in Italy

Dal latte italiano nascono i record dei formaggi Made in Italy che sono la prima voce della Dop economy

I formaggi italiani stravincono anche nella classifica “100 best cheeses in the world” 2023-2024 stilata da “Taste Atlas”, l’atlante on line del cibo di tutto il mondo. Un podio addirittura tutto tricolore che vede al primo posto il Parmigiano Reggiano seguito da Mozzarella di Bufala Campana e Stracchino di Crescenza. Ma nella top20 troviamo anche Burrata, Grana Padano, Pecorino Romano, Pecorino Sardo e Pecorino Toscano.

Non sorprende che nel 2023 l’export di formaggi e latticini Made in Italy abbia fatto registrare un balzo in valore del 12%, arrivando a sfiorare i 5 miliardi di euro, secondo l’analisi Coldiretti su dati Istat.

A pesare sul latte italiano è però il problema dei bassi prezzi pagati agli allevatori, minacciati anche dal fenomeno delle pratiche commerciali sleali. Coldiretti è stata la prima e unica associazione a denunciare una multinazionale, la Lactalis, perché aveva modificato unilateralmente gli accordi e non aveva pagato il prezzo pattuito agli allevatori. Dopo 5 mesi, l’ispettorato del Ministero ha sanzionato l’azienda francese dopo averne riscontrato la condotta sleale in centinaia di casi. Un fatto epocale per un’azione che gli agricoltori della Coldiretti vogliono ora estendere a tutte le filiere.

Ma la minaccia viene anche dal fake in Italy, il fenomeno dei prodotti stranieri spacciati per tricolore grazie alla regola dell’ultima trasformazione permessa dal codice doganale sull’origine dei cibi. Un inganno contro il quale la Coldiretti ha lanciato una grande mobilitazione per la raccolta di un milione di firme a sostegno di una legge europea sull’etichettatura d’origine su tutti i prodotti alimentari in commercio nella Ue.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       
LE ALTRE NOTIZIE FLASH
Loading...


Elle & Vire
Col Vetoraz
Longarone Fiere
Schar
Siad

Elle & Vire
Col Vetoraz
Longarone Fiere

Schar
Valverde
Molino Grassi