Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 21 novembre 2019 | aggiornato alle 00:16| 62139 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli

Scontrino fiscale elettronico
Tempi stretti, si chiede un rinvio

Scontrino fiscale elettronico 
Tempi stretti, si chiede un rinvio
Scontrino fiscale elettronico Tempi stretti, si chiede un rinvio
Primo Piano del 23 aprile 2019 | 12:13

Col nuovo decreto 119/2018 collegato alla legge di Bilancio 2019, i negozianti dovranno sostituire i registratori di cassa analogici con quelli digitali, per collegarli all'Agenzia delle Entrate. Si comincia l'1 luglio per gli esercizi oltre i 400mila euro di fatturato, poi dall'1 gennaio 2020 si estenderà a tutti.

Per l'anno prossimo quindi diranno addio agli scontrini fiscali in formato cartaceo ben 2 milioni di esercizi commerciali in Italia, artigiani compresi. Il primo luglio, secondo quanto riferito ad Italia a Tavola da Claudio Ferraro, direttore del centro servizi di Torino per Fipe, «il decreto interesserà circa il 6-7% dei pubblici esercizi». Considerando la cifra generale si può dedurre che l'1 luglio meno di un ristorante su 10 dovrà adeguarsi alla normativa.

(Scontrino fiscale elettronico Nuove regole per i commercianti)

Ad esprimere non poche preoccupazioni è Confcommercio, che teme il caos, «in considerazione del ritardo nell'emanazione dei decreti attuativi e delle possibili difficoltà operative connesse alle problematiche tecniche che le imprese si troveranno ad affrontare nell'adeguamento del parco macchine esistente». Così si è espresso il presidente dell'associazione Carlo Sangalli, il quale, con una lettera indirizzata al ministro dell'Economia Giovanni Tria, ha chiesto di rinviare all'1 gennaio 2020 il termine per l'entrata in vigore dello scontrino elettronico per tutti.

Inoltre sono ancora due i decreti ministeriali mancanti: uno del Mef, che deve indicare le categorie economiche escluse (come avviene già adesso per gli scontrini fiscali); il secondo del Mef e dello Sviluppo economico, che individuerà le zone del Paese dove non c'è sufficiente connessione internet, in questo caso chiaramente agli esercizi sarà data la possibilità di proseguire con lo scontrino cartaceo.

A prescindere che la richiesta di Sangalli venga accolta o meno, è sicuro che da inizio 2020 il vecchio registratore se ne andrà in soffitta, dopo ben 36 anni. L'obbligo del registratore di cassa infatti venne introdotto nel 1983, e con esso lo scontrino fiscale. Piccola curiosità: anche 36 anni fa la data di entrata in vigore era l'1 luglio, e anche al tempo l'introduzione fu graduale, vale a dire dapprima solo i grossi esercizi con volume d'affati superiore a 200 milioni di lire, poi, nel giro di quattro anni, l'estensione dell'obbligo a tutti gli esercenti.

Carlo Sangalli (Scontrino fiscale elettronico Nuove regole per i commercianti)
Carlo Sangalli

Ma nel concreto, oggi, questo cambiamento quali modifiche pratiche comporterà? Si comincia dall'acquisto del nuovo registratore di cassa digitale, per un valore di circa 800 euro (per i commercianti che se ne dotano è previsto un credito d'imposta del 50%). È possibile anche mantenere il vecchio registratore di cassa analogico, adattando un software per il collegamento all'Agenzia delle Entrate.

In pratica questa "rivoluzione" farà sì che tutti gli incassi della giornata vengano inviati telematicamente all'Agenzia stessa. In questo modo si potranno confrontare istantaneamente le vendite e confrontare l'Iva incassata e quella pagata per il magazzino.

Per i clienti l'archiviazione digitale dello scontrino elettronico, tra i vari usi, comporterà anche il suo utilizzo come garanzia digitale sui prodotti acquistati e quello della conservazione per la presentazione in dichiarazione dei redditi per le detrazioni fiscali.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Fipe scontrino scontrino elettronico Confcommercio Carlo Sangalli pubblici esercizi legge ministero Claudio Ferraro

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).