Ros Forniture Alberghiere
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 06 dicembre 2019 | aggiornato alle 02:06| 62415 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     EDITORIALI    
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Il piccolo Trump friulano
e le vigne che uniscono

Il piccolo Trump friulano 
e le vigne che uniscono
Il piccolo Trump friulano e le vigne che uniscono
Pubblicato il 30 giugno 2019 | 18:44

Un muro di 243 km per fermare i migranti che vengono dalla Slovenia? Una proposta del Governatore del Friuli che distruggerebbe un paesaggio unico, paradiso di integrazione economica e culturale

Alla fine è tornato sui suoi passi e ha precisato che la lunghezza del muro che vorrebbe contro i migranti (243 km) era solo una licenza poetica, ma per qualche ora Massimiliano Fedriga, Governatore del Friuli Venezia Giulia ha rubato la scena al Comandante Salvini e, fra il serio e il faceto, si è un po’ atteggiato come un piccolo Trump.

Ora, al di là del fatto che il presidente degli Stati Uniti è da 2 anni nell’empasse per il progetto da 3.100 km lungo il confine messicano che non trova finanziamenti per l’assoluta inutilità dell’opera, la mia prima reazione è stata chiedermi se il Governatore del Friuli conoscesse il suo territorio. Ora, io ho forse visitato pochi km del confine italo-sloveno, ma lo trovo da sempre uno degli ambienti in assoluto più belli, paesaggisticamente e culturalmente. La zona del Collio, in particolare, è ad esempio il modello di più riuscita integrazione fra aree dove il confine unisce invece che dividere.

I vigneti del Collio senza soluzione di continuità fra Italia e Slovenia (Il piccolo Trump friulano e le vigne che uniscono)
I vigneti del Collio senza soluzione di continuità fra Italia e Slovenia

Le sue dolci colline dominate da castelli, abbazie e aziende agricole non hanno soluzione di continuità fra Italia e Slovenia. La strada principale in più punti attraversa i confini e per chi non è della zona è difficile capire in che Stato ci si trovi. L’elemento unificante, e che caratterizza il paesaggio, sono poi i vigneti fra i quali, come per la viabilità, si può perdere il senso di dove si sia. E la cucina è l’altra anima che unisce i due versanti.

Nell’area dove sentirsi realmente europei è una realtà, sia pure con un passato doloroso che si è basato già su un muro terribile quale quello che nel dopoguerra aveva diviso Gorizia, la sola idea di erigere barriere per fermare l’invasione di 448 migranti (dato 2018) che per lo più sono passati dalla Slovenia in Italia per andare in Austria o Germania, è quasi peggio di una bestemmia.

Il rimedio sarebbe drammaticamente peggio del problema. Si distruggerebbe irrimediabilmente uno dei più bei luoghi d’Europa, colpendo al cuore turismo ed enologia in primis. Un'area che si è candidata unitariamente per avere la tutela dell'Unesco. E ciò senza pensare che il Governatore del Friuli si troverebbe in contraddizione con la politica della Lega che, giustamente, chiede che la questione migranti sia affrontata sui confini dell’Europa. Da qui anche il braccio di ferro di questi giorni sulla Sea Watch.

Il punto è che il confine fra Italia e Slovenia non è quello dell’Unione europea. Nella rotta dei Balcani, prima di entrare in Slovenia i migranti devono passare da Croazia e Ungheria. Se quindi li si deve fermare è meglio farlo là. Una proposta di collaborazione italiana con quei Paesi sarebbe certo più utile e meno costosa di un muro assurdo e contro la storia e l’interesse culturale ed economico del Friuli. E ci creerebbe alleati per presidiare il mare...

Anche Trump rivede spesso le sue sparate, per fortuna. E l’ingresso in Corea del Sud è un colpo da maestro. Contiamo che Fedriga sappia prendere esempio anche da questo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Trump vigne Friuli Fedriga Slovenia migranti confine muro

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

TUTTI GLI EDITORIALI


Loading...


Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).